Festa della donna, perché regalarsi un cosmetico artigianale

cosmetici naturali

L’8 marzo si avvicina: quale miglior occasione, dunque, per prendersi cura di sé con un buon prodotto naturale e, soprattutto, artigianale? Le donne, che da sempre hanno a cuore la cura del proprio corpo, potranno, così, celebrare la loro giornata all’insegna della bellezza.

I cosmetici sono, del resto, i loro compagni più fedeli: ogni età ha la sua crema, ogni stagione il suo prodotto. Per questa ragione, è fondamentale scegliere la migliore soluzione per ottenere i risultati sperati, tutelando anche la propria epidermide.

Il mercato è ormai ricco di proposte: sugli scaffali dei supermercati o delle profumerie sono sempre più frequenti i presunti elisir di bellezza. Come scegliere, allora, un prodotto adeguato?

Innanzitutto è meglio non cedere, come spesso capita, alle lusinghe dei grandi brand, che spesso offrono soluzione costose. È importante allargare il proprio orizzonte anche a marchi meno conosciuti approfondendone gli ingredienti, con l’obiettivo di acquistare prodotti capaci di offrire anche maggiori garanzie in termini di affidabilità e di risultato.


Aloe vera

È il caso dell’aloe vera: il suo gel dermoattivo, nella sua versione “artigianale”, rappresenta un valido alleato naturale capace di rigenerare le cellule dell’epidermide. La sua produzione, che avviene in laboratori italiani, è certificata da istituti dermatologici.


phpkgLa2wDi sicuro valore sono anche i prodotti artigianali a base di latte d’asina, che contengono un sufficiente quantitativo di lipidi utili per il nutrimento della pelle, resa così morbida e ben idratata. La presenza di acidi, grassi insaturi e vitamine, inoltre, protegge e ripristina le cellule cutanee, svolgendo un’azione anti ossidante e anti invecchiamento.


Stella alpinaLe donne più attente alla salute e alla loro bellezza apprezzeranno, inoltre, i cosmetici naturali alla stella alpina, che offrono un’azione anti ialuronidasica e anti collagenasica, evitando dunque il decadimento del tono cutaneo, la comparsa di inestetismi e i segni di invecchiamento.


HammamUn ultimo suggerimento per rendere speciale l’8 marzo è, infine, quello di replicare, a casa, il rito di Hammam, almeno per quanto riguarda la parte dedicata all’esfoliazione. È sufficiente dotarsi di sapone nero, olio di argan, maschera al rassoul e l’immancabile guanto che serve, appunto, per rinnovare la pelle.


 

Basta poco, insomma, per prendersi cura di sé in modo sicuro. Anche nell’ambito della cosmetica, l’artigianato è sinonimo di garanzia.

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *