Piatti speciali? Usate il “pepe rosa”

Il suo sapore è molto più delicato del tradizionale pepe; il suo retrogusto rievoca il limone. Stiamo parlando del pepe rosa, una spezia aromatica che non proviene dal piper nigrum ma da una bacca (di colore rosa) della shinus molle, una pianta originaria dell’America Latina.

Rispetto al normale pepe da cucina, il pepe rosa ha un aroma più delicato e meno deciso: non contiene, infatti, la piperina. Oggi questa particolare spezia è molto apprezzata e utilizzata per impreziosire i condimenti di carne e di pesce. Ma non solo: alcune ricette, ispirate al pepe rosa, sono capaci di esaltare al meglio le peculiarità e le caratteristiche del prodotto.

Basti pensare al risotto al pepe rosa – la cui preparazione è illustrata da un articolo pubblicato da Artimondo Magazine – oppure alla salsa, ideale per accompagnare i piatti di carne e di pesce, come ad esempio il filetto di salmone, che si può cucinare semplicemente, al forno o ripassato in padella.

Il suo colore, inoltre, rende il pepe rosa un ingrediente adatto non solo per vivacizzare i piatti ma anche per realizzare deliziosi dessert. Anche il cioccolato ha una sua variante al pepe rosa: è il caso della tavoletta fondente con le fragole disidratate, che genera un abbinamento speciale e goloso.

Sono numerose le proprietà benefiche del pepe rosa. Innanzitutto, agevola la digestione. Sono riconosciute anche le sue capacità antisettiche, tanto che in passato la spezia era utilizzata per curare infezioni e ferite. Pare, infine, sia efficace anche nel trattamento del mal di denti e dei reumatismi.

Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Facebook0Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *