I succhi di frutta consigliati per affrontare il cambio di stagione

Succhi di frutta per il cambio di stagione

Tra marzo e aprile, con il passaggio dalla stagione fredda alla primavera, il nostro fisico è chiamato ad affrontare dei piccoli grandi disturbi che sono capaci di rovinarci intere giornate. Sia chiaro, non è uguale per tutti, c’è chi nemmeno se ne accorge e può godersi il ritorno del sole e dei fiori in totale armonia con se stesso e con l’ambiente, ma sono sempre di più i casi di coloro che accusano fastidi che possono rivelarsi anche molto debilitanti.

Da chi soffre di allergie a chi ha problemi di stomaco, da chi è anemico a chi soffre di emicranie, l’arrivo della primavera non è affatto rose e fiori. Il problema principale, che accomuna praticamente tutti coloro che soffrono il cambio di stagione è il senso di spossatezza che si accusa soprattutto al mattino, ma che a volte si trascina per tutto il giorno. Per sconfiggerla bisogna avere sane abitudini come dormire a sufficienza e fare attività fisica, ma soprattutto occorre fare attenzione all’alimentazione. Per combattere la stanchezza un aiuto può arrivare dai succhi di frutta.

I succhi di frutta, infatti, hanno il vantaggio di essere facili da consumare e molto gradevoli, per cui è possibile portarli con sé al lavoro o quando si è in giro per fare delle commissioni e si possono bere anche quando si è alle prese con un po’ di nausea che chi soffre di comuni problemi di stomaco spesso accusa all’inizio della primavera. Un altro loro aspetto positivo è che danno immediatamente una spinta in più dal punto di vista energetico. Nel caso in cui si accusa un calo di pressione o semplicemente si fatica a rimettersi in moto la mattina, un succo di frutta svolge un’azione energizzante quasi immediata, dà un senso di sazietà e un’energia immediatamente spendibile.

Ma quali sono i succhi di frutta più adatti al cambio di stagione? Devono essere dei succhi facilmente digeribili e di frutti molto ricchi di vitamina C e di sali minerali, inoltre è bene che la percentuale di frutta sia molto alta e che il succo sia stato prodotto preservando tutte le proprietà del frutto, per questo è sempre consigliato optare per succhi artigianali, realizzati direttamente da aziende agricole che prestano attenzione alla genuinità del prodotto finale usando la frutta da esse stesse coltivata. Tra i più consigliati troviamo quelli di mela, d’arancia, di aronia e di bergamotto. Vediamo perché.

Il succo di mela ha infinite proprietà benefiche: è quello più adatto a chi ha problemi di stomaco, è ricco di antiossidanti e di potassio, svolge un’azione positiva sul sistema cardiocircolatorio e anche sui polmoni, inoltre è depurativo, fa molto bene al fegato perché aiuta a eliminare i grassi in eccesso, riduce il colesterolo cattivo nell’organismo, rafforza il sistema immunitario, rafforza le ossa e ha effetti benefici sull’apparato gastrointestinale.

Il succo d’arancia è ottimo soprattutto per l’alto contenuto di vitamina C, quindi particolarmente indicato a chi è ancora alle prese con raffreddori e influenza, favorisce una piena guarigione e aiuta ad avere più energia.

Il succo di aronia è perfetto per contrastare le infezioni del tratto urinario, ma anche per proteggere le arterie coronariche e per prevenire il colesterolo, inoltre ha effetti positivi sulla vista, perché, grazie al contenuto di antociani, rafforza la resistenza dei capillari della retina che spesso in primavera vengono messi a dura prova a causa delle allergie.

Anche il succo di bergamotto aiuta a combattere il colesterolo cattivo e abbassa il livelli di glucosio nel sangue, inoltre è ricco di antiossidanti, di sali minerali e di vitamine, per cui ha un immediato effetto energizzante. Consumato durante il pasto, inoltre, favorisce la digestione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *