Depilazione senza irritazioni, come risolvere i problemi più frequenti

Rasoio, ceretta o epilatore elettrico? Qualunque sia il metodo scelto per la depilazione questo trattamento di bellezza, che quando arriva la stagione calda viene ripetuto più frequentemente, sottopone la nostra pelle ad un notevole stress.

Per questo l’epidermide deve essere preparata a dovere, curata e nutrita con prodotti ad hoc sia pre che post depilazione, per evitare di sviluppare fastidiose irritazioni, che provocano prurito e bruciare, peli incarniti e follicolite (ovvero l’infiammazione del bulbo pilifero, solitamente di origine batterica).

Rimedi naturali pre e post depilazione

L’olio di argan è adatto sia in fase preliminare, perché prepara e nutre la pelle, sia dopo la depilazione, per la sua azione antisettica e antinfiammatoria, ma per evitare le irritazioni si possono usare anche la calendula e l’olio essenziale di lavanda, da applicare sulla pelle dopo averne diluito alcune gocce in un cucchiaio di olio di mandorle dolci oppure olio di jojoba.

Per rimuovere i residui di cera invece si può utilizzare l’olio extravergine di oliva, mentre se la pelle subito dopo l’epilazione risulta irritata si può applicare con un batuffolo di cotone sull’intera area da trattare un po’ di infuso di camomilla, sfruttando così la sua azione lenitiva, oppure il gel all’aloe vera, che si può anche ricavare direttamente dalla pianta tagliandone una foglia. E’ l’ideale per riparare le micro lesioni provocate dalla rasatura, per curare il rossore provocato dalla ceretta e per evitare l’irritazione dei follicoli.

Follicolite, che fare?

Per prevenire la follicolite prima di procedere con la depilazione è sempre meglio dilatare i pori e ammorbidire la pelle (ad esempio facendo una doccia) e fare sempre uno scrub almeno il giorno prima in modo da eliminare le cellule morte.

Nel caso in cui la follicolite insorgesse comunque nonostante tutti questi accorgimenti per trovare un po’ di sollievo si può fare un impacco tiepido con aceto bianco, da ripetere più volte al giorno, o applicare qualche goccia di tea tree oil (sempre diluito in un cucchiaio di olio vettore). Inoltre la zona deve essere sempre lavata con un sapone antibatterico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *