Dormire bene: cibi che aiutano a conciliare il sonno

Dormire bene è importantissimo per recuperare le energie e affrontare al meglio la giornata. Non sempre si va a letto del tutto sereni sereni e se il periodo lo richiede, oltre a rimedi naturali per dormire meglio, possiamo approfittare di alcuni alimenti pro sonno che in virtù delle loro proprietà conciliano il riposo.

Alimenti pro sonno per dormire meglio: dalle ciliegie alle noci

Ciliegia: le ciliegie, e in particolare il succo di ciliegia, secondo una ricerca della Louisiana State University aiuta a dormire meglio. L’esperimento ha riguardato diversi adulti insonni ai quali sono stati somministrati 250 grammi di succo di ciliegia due volte al giorno per due settimane.

Mediamente hanno dormito 84 minuti in più rispetto a chi è stato confrontato con effetto placebo o ha bevuto succhi di frutta diversi. Il segreto sta nell’aminoacido triptofano, contenuto nelle ciliegie, che aiuta a regolare il ritmo sonno-veglia. In particolare i pigmenti rossi rubino delle ciliegie contegno un enzima che riduce l’infiammazione e la degradazione del triptofano facendogli svolgere le sue funzioni con più efficacia.

Pesce azzurro, alghe e frutti di mare: In base a uno studio dell’Università di Oxford il pesce azzurro, i frutti di mare e le alghe, ricchi omega-3 (gli acidi grassi polinsaturi, i grassi buoni) migliorano il sonno dei bambini, generando meno resistenza nell’andare a dormire e minori disturbi del ritmo sono-veglia.

Noci e mandorle. La frutta secca è tra gli alimenti pro sonno che fanno dormire meglio, in particolare noci e mandorle. Questo perché le prime secondo una ricerca dell’Università del Texas sono un’ottima fonte di melatonina, sostanza che appunto migliora la qualità del sonno. Le mandorle contenendo alti livelli di magnesio agevolano in modo del tutto naturale il riposo notturno, secondo uno studio pubblicato sul Journal of Orthomolecular Medicine. Al contrario una carenza di magnesio può alterare il ritmo sonno-veglia e causare disturbi del sonno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *