Che cosa è il gel, da dove viene e a cosa serve

Gel

Il gel è un materiale colloidale (in uno stato a metà tra la soluzione e la dispersione) molto elastico. È composto da un liquido e da una parte solida, e il liquido si trova all’interno della struttura della parte solida. Se viene ulteriormente lavorato, ovvero se si estrae il liquido dalla parte solida ad esempio aggiungendo un gas, si possono ottenere altri due materiali ovvero l’aerogel o lo xerogel, che si differenziano tra loro in base alla struttura finale.

Per misurare la solidità di un gel si deve usare una unità di misura particolare ovvero il grado Bloom: è il peso misurato in grammi che – utilizzando un pistone di 12,7 mm di diametro – si deve applicare su una superficie di gel (con concentrazione del 6,67%, lasciato riposare per 17 ore alla temperatura di 10 gradi centigradi) per provocare un abbassamento di 4 mm. La gelatina alimentare solitamente ha un valore che va dai 110 ai 150 gradi Bloom.

Esistono diverse tipologie di gel come la gelatina alimentare, il gel di silice (usatissimo per assorbire l’umidità) o quelli utilizzati nella cosmesi.

Il gel nella cosmesi

Nella cosmesi con il termine gel si intendono generalmente tutti quei prodotti di consistenza gelatinosa, di origine interamente naturale (come quello di aloe vera) e non (gel per capelli).

Gel di aloe vera

Questo prodotto si ricava direttamente dalle foglie di una pianta succulenta, l’aloe vera (Aloe barbadensis), più precisamente incidendo la parte centrale della foglia. Contiene al suo interno preziose mucillagini, enzimi, vitamine, sali minerali e saponine, e può essere utilizzato da solo o come base per la cosmesi naturale. E’ conosciuto e usato per sfruttare la sua azione emolliente, lenitiva e antietà e per conservare il più a lungo possibile intatte le sue proprietà una volta estratto deve essere conservato in un luogo fresco, all’interno di un contenitore scuro ed ermetico (eventualmente può essere sottoposto anche a stabilizzazione, aggiungendo additivi).

Gel per capelli

Quello per capelli, inventato negli anni Sessanta nella sua versione moderna, è una sostanza che si usa per fissare le acconciature composta da polimeri cationici (dieftalato). Anche in questo caso ne esistono di diverse tipologie, in base al tipo di capello e di fissaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *