Oli vegetali per capelli: come scegliere quello giusto

Gli oli vegetali sono una soluzione semplice ed efficace per molti problemi dei nostri capelli. Basta scegliere l’olio giusto per avere la chioma che si desidera, lucente, morbida e setosa. Ma, appunto, com’è che si trova l’olio più adatto alla propria situazione?

Intanto diciamo che tutti i principali oli vegetali puri, da quello di Argan a quello di semi di lino, dall’olio al germe di grano a quello di cocco fino all’olio di camelia, nutrono e allo stesso tempo proteggono i nostri capelli, rendendoli più luminosi e disciplinati, sono infatti degli ottimi alleati contro l’effetto crespo. Inoltre sono un valido aiuto anche per ridare lucentezza ai capelli colorati, grazie alle loro proprietà ristrutturanti, antiossidanti e idratanti. Grazie agli oli vegetali la durata del colore sui capelli aumenta e non si “scarica” troppo rapidamente.

Oli vegetali per capelli: i più consigliati

Chi ha bisogno di rafforzare i propri capelli, stressati dal phon, dalla piastra o dagli agenti atmosferici (il rigido freddo invernale o il caldo sole estivo) può usare l’olio di Argan, che, grazie a una elevata concentrazione di acidi grassi, rafforza la cheratina dei capelli e li rende subito più forti e sani.

Ci sono ottimi prodotti come l’olio secco spray di Oro di Argan – Cosmesi Bionaturale, particolarmente consigliato d’estate e che è molto pratico da usare. È studiato per proteggere i capelli dal sole, dall’umidità, dal cloro e dalla salsedine. Perfetto per ridare luminosità e un effetto seta a capelli secchi, sfibrati e rovinati dall’esposizione al sole. Sempre Oro di Argan propone per i capelli ricci e crespi lo shampoo con olio di Argan biologico, pantenolo e proteine del Cashmere. Se invece è necessario un trattamento intensivo, per capelli molto fini, colorati e secchi, allora, la stessa azienda propone la maschera idratante all’olio di Argan, con azione addolcente e ristrutturante. Contiene anche olio di semi di fico d’India e semi di lino.

Proprio l’olio di semi di lino è uno degli oli vegetali più consigliati per i capelli, perché li nutre profondamente grazie ai suoi acidi grassi che avvolgono la cuticola creando attorno a essa un film protettivo. Bioteko di Marianna Lazalaco propone questo prodotto, che è anche vegano, in formato da 100 ml. Contiene olio di semi di lino puro che si può usare sia come impacco prima dello shampoo, sia come fissante dopo lo. Shampoo, in particolare sulle punte, per ridurre l’effetto crespo. Svolge un’azione ristrutturante e antiforfora. Basta massaggiarlo bene sul cuoio capelluto e su tutta la lunghezza e tenerlo sui capelli per mezz’ora prima di lavarli per ottenere il massimo risultato.

La stessa azienda propone un olio a base di olio di semi di girasole, estratti di salvia, camelia, rosmarino e ginseng, che è particolarmente indicato per chi è alla ricerca di un effetto anticaduta, in quanto contrasta l’invecchiamento precoce delle radici. Chi ha i capelli grassi può fare un impacco prima di lavarli, chi li ha secchi può anche lasciarlo sui capelli dopo il lavaggio.

Tra gli altri oli vegetali per capelli troviamo l’olio al germe di grano, che ha un effetto rigenerante ed è particolarmente indicato per i capelli fragili, e l’olio di cocco, perfetto per chi vuole disciplinare i capelli ricci. E non dimentichiamo l’olio extravergine d’oliva che aiuta a ridare lucentezza e morbidezza ai capelli aridi e sfibrati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *