Le proprietà dello zinco e dove è possibile trovarlo negli alimenti

Le proprietà dello zinco, minerale essenziale per la salute del nostro organismo, sono molteplici. Usato a livello farmacologico e cosmetico prevalentemente sotto forma di ossido (ossido di zinco) ha capacità antibatteriche, antiossidanti, antivirali e antidiarroiche. Inoltre agisce da filtro solare ed è considerato anche un antidepressivo: ma perché lo zinco è così importante per il corpo umano? Come spiegano i nutrizionisti lo zinco è sinonimo di benessere per denti, unghie, pelle e capelli ma è molto utile anche per migliorare le difese immunitarie. Vediamo perché.

Proprietà dello zinco

Il minerale “serve” a centinaia di enzimi nel senso che grazie alla sue proprietà è in grado di produrre delle reazioni biochimiche essenziali per la sintesi delle proteine e la produzione di ormoni, migliorando anche la libido, rendendo la pelle lucente e assicurando un livello di benessere generale. Non a caso lo zinco, dal forte potere antiossidante, è spesso definito, per quanto in modo improprio, “vitamina della giovinezza”.

Più in dettaglio lo zinco è fondamentale per il lavoro di qualcosa come 300 enzimi legati al processo energetico. Contribuisce alla crescita e alla differenziazione delle cellule, alla rigenerazione dei tessuti e al buon funzionamento della prostata. Ma quali sono gli alimenti maggiormente ricchi di zinco?  

Alimenti ricchi di zinco

I cibi più ricchi di zinco e più consumati sono innanzitutto quelli di origine animale come formaggi e latticini, carne e pollame, pesce e uova. E allora: grana, fegato e frutta secca come gli anacardi, carni rosse e pesci come polipi e ancora formaggi come la fontina, seguita da seppie, parmigiano e salumi quali la bresaola. Poi ancora frutta secca come le arachidi tostate, il pecorino, le uova, legumi secchi come i fagioli cannellini, i ceci e le lenticchie.

Sintomi della carenza di zinco

Fermo restando che la carenza di zinco è poco frequente – si tratta del minerale più presente nel nostro organismo dopo il ferro – se c’è i sintomi possono essere oltre alla perdita di capelli, diarrea e indebolimento del sistema immunitario. La carenza di zinco viene correlata anche a disturbi di tipo depressivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *