Dolori mestruali, i migliori rimedi naturali per combatterli

dolori mestruali (o dismenorrea) sono un disturbo che ogni mese colpisce moltissime donne sia nei giorni del ciclo che qualche giorno prima del suo arrivo per tutta la durata dell’età fertile.

Portano con sè una serie di sintomi tra cui fastidiosi crampi addominali, mal di testa, nausea e mal di schiena e per provare a combatterli si deve sicuramente adottare uno stile di vita più sano: oltre a mettere al bando il fumo è necessario prima di tutto integrare un po’ di attività fisica costante, perché tramite lo sport – es. nuoto, yoga o pilates – il nostro corpo si rilassa e rilascia endorfine, una sorta di antidolorifico naturale.

Bisogna poi prestare attenzione all’alimentazione, senza dimenticarsi di mettere in pratica alcuni utili rimedi naturali.

Dolori mestruali, cosa mangiare e cosa evitare

Le parole d’ordine a tavola per combattere i dolori mestruali sono due: fibre sali minerali (soprattutto calcio e magnesio). Per questo è bene consumare alimenti integrali e legumi, e alla dieta si può aggiungere anche il pesce, che contiene omega 3 – dalla nota azione antinfiammatoria-.

Per qualche giorno invece è meglio fare a meno di alimenti troppo difficili da digerire (come ad esempio le fritture e i cibi preconfezionati o piccanti), evitare l’alcool e, considerate le sue proprietà eccitanti, rinunciare alla caffeina – presente nel caffé, nel cioccolato e nel té -.

Dolori mestruali, rimedi: tisane e oli essenziali

Oltre all’alimentazione i dolori mestruali si possono combattere con alcuni pratici rimedi naturali, come tisane e oli essenziali. Certo, bere una sola tisana non può risolvere il problema, ma può sicuramente dare una mano: le piante più indicate – per le loro proprietà antispastiche, rilassanti e antinfiammatorie – sono camomilla, achillea e melissa. E, sempre parlando di dismenorrea, non si possono dimenticare gli effetti benefici della cannella, da assumere da sola oppure da aggiungere alle altre erbe officinali.

L’olio essenziale di lavanda, quello di camomilla o quello di timo invece possono essere utili per provare un po’ di sollievo e possono essere utilizzati per praticare degli efficaci massaggi. Basta diluirne qualche goccia in un olio vettore (come l’olio di jojoba o l’olio di mandorle dolci) e applicarli con un movimento circolare sulla zona dolorante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *