I migliori rimedi naturali contro formiche, scarafaggi e parassiti

Ci sono molti modi per creare delle barriere naturali che tengano lontani gli insetti dalla nostra casa e dal nostro giardino. Prima di tutto vediamo un elenco di piantine da tenere sul balcone, sul davanzale o sul terrazzo per evitare che gli insetti entrino in casa:
– basilico
– gerani
– erba gatta
– calendula
– lavanda
– citronella
– pepe nero

Se non abbiamo spazio per le piantine, possiamo creare dei “dispositivi”, sempre utilizzando ingredienti assolutamente naturali. Si può scegliere tra una di queste alternative:
– bruciare un paio di cucchiaini di caffè in polvere: si sprigionerà un odore odiato dagli insetti, ma piacevole per l’uomo
– utilizzare olio essenziale di citronella e diffondere i vapori con un diffusore
– utilizzare olio di neem, un albero indiano dalle proprietà repellenti per le zanzare
– mettere in un piattino delle fette di limone e dell’aceto bianco
– mettere in un piattino mezza cipolla e infilzarla con dei chiodi di garofano

Per proteggere invece le nostre piante dell’orto possiamo procedere in uno di questi modi:
– creare una miscela con un cucchiaino di bicarbonato e due cucchiai di olio di oliva, metterla in un nebulizzatore e spruzzarla sulle piante, è una soluzione ottima soprattutto per le piante da frutto e gli ortaggi
– prendere cinque sigarette, togliere la carta e utilizzare il tabacco in esse contenuto facendolo macerare in mezzo litro d’acqua per cinque giorni, poi filtrarlo con un colino a maglie strette e usare il liquido ottenuto per nebulizzarlo sulle piante. È un rimedio ideale contro afidi, ragnetto rosso e cocciniglia
– nel caso di piante colpite da funghi (per esempio succede spesso alle rose) ottenere una miscela con quattro cucchiai di bicarbonato in cinque litri d’acqua e spruzzarla sulla pianta una volta a settimana
– contro acari, afidi e tignole si può usare l’aglio: va tritato in modo molto sottile (bastano 100 grammi), lasciato macerare per un giorno in acqua, poi lo si può filtrare e spruzzare sulle parti delle piante colpite dai parassiti

Rimedi naturali contro le formiche

 

Ci si può liberare delle formiche anche senza ucciderle: basta deviare il loro cammino, allontanarle dalle nostre piante o dai luoghi in cui teniamo il cibo. In che modo? Coprendo gli odori che le attraggono con altri odori che, invece, le respingono e cioè utilizzando:
– olio essenziale di menta piperita
– olio essenziale di cannella
– una soluzione con acqua, bicarbonato, olio essenziale di limone
– una soluzione con olio essenziale di limone, acqua e aceto
– borotalco da spargere lungo il cammino delle formiche

Le prime quattro soluzioni, ovviamente, richiedono l’utilizzo di un nebulizzatore. In alternativa si possono usare anche foglie di menta secca, da sminuzzare e mettere nei luoghi in cui vanno le formiche, oppure bustine di infuso alla menta ben strizzate.

Rimedi naturali contro scarafaggi e ragni

Gli scarafaggi sono molto pericolosi per la salute degli umani, perché possono provocare l’insorgere di malattie come salmonella, dissenteria, gastroenterite, asma, eczemi.
Contro gli scarafaggi si possono usare:
– decotti con l’erba gatta
– soluzioni con foglie di alloro e aglio
– soluzioni con olio essenziale di eucalipto

in tutti e tre i casi le miscele ottenute vanno spruzzate nei luoghi in cui ci sono gli scarafaggi.

Per quanto riguarda i ragni, invece, odiano noci e castagne, quindi basta mettere dei sacchetti con questi frutti negli angoli in cui essi vanno a creare le loro tele e molto presto se ne andranno. In alternativa potete creare una soluzione a base di tabacco che si ottiene facendo bollire in acqua un cucchiaio di pasta di tabacco per un paio di minuti, poi, dopo che il liquido si è raffreddato, lo si può spruzzare lì dove ci sono i ragni.

Liberarsi dei parassiti dei libri

Sono chiamati “pesciolini d’argento” e sono dei minuscoli parassiti, di colore chiaro, che troviamo nei libri, perché “sguazzano” nella carta. Per proteggere i nostri libri dalla loro aggressione possiamo utilizzare delle foglie di ginkgo da mettere tra le pagine oppure, se non riusciamo a trovare questa preziosa pianta, possiamo mettere qualche goccia di olio essenziale di eucalipto in una bacinella con dentro dell’argilla e lasciarla sulla mensola dove conserviamo i libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *