Perché i cosmetici a base di latte d’asina sono un toccasana contro il freddo

Quando le temperature si abbassano la nostra pelle – soprattutto quella di viso e mani, le parti del nostro corpo più esposte alle intemperie – viene messa a dura prova, e se non la proteggiamo a dovere in poco tempo possono comparire fastidiose screpolature e arrossamenti: per questo motivo nella nostra beauty routine quotidiana non devono mai mancare i prodotti giusti, come i cosmetici a base di latte d’asina. Il perché ce l’ha svelato chi questi prodotti li produce (e li vende anche su Artimondo.it).

Secondo Gisella Zambito (per Agrilife di Moira Donati) «i cosmetici a base di latte d’asina sono ideali durante la stagione fredda perché il latte d’asina contiene il lisozima, che oltre ad essere un battericida naturale è in grado di penetrare a fondo nella pelle». Questo enzima ha due funzioni: «Il lisozima ha un’azione cicatrizzante mentre l’epidermide si sta formando, per questo lo strato di pelle nuova risulta migliore. Inoltre ha un effetto riequilibrante, per cui l’uso di prodotti a base di latte d’asina è ideale ad esempio nel caso in cui si soffra di acne o dermatiti. Praticamente il lisozima da un lato dona alla pelle quello che le manca, dall’altro dona equilibrio». 

Nella materia prima, ovvero il latte d’asina, sono presenti anche vitamine (A, B e C), omega 3 e omega 6 (che sono acidi grassi), tutte sostanze nutrienti che donano elasticità e idratazione. Se poi il latte d’asina viene associato ad altre piante ovviamente le proprietà benefiche dei cosmetici aumentano: «Ad esempio in alcuni prodotti (come il siero viso in foto ndr) è presente l’enagra, una pianta molto particolare che viene raccolta di notte. Contiene alcuni oli essenziali che hanno un effetto emolliente e che aiutano a mantenere elastica e morbida la pelle, soprattutto quando fa più freddo».

«Il latte d’asina, che contiene anche lattoferrina, è un riparatore della membrana cellulare», ci ha spiegato Patrizia Garofalo, titolare dell’azienda agricola che porta il suo nome, «e grazie alle sue caratteristiche e alle sostanze che contiene è ottimo per il benessere della pelle, soprattutto quando è stressata, vuoi dal freddo, vuoi dalla predisposizione alla pelle secca, oppure per il lavoro che uno fa. Noi, che ci siamo specializzati nella cosmesi, proponiamo una serie di creme, ma anche detergenti, che contengono anche altri ingredienti come olio di mandorle, olio di argan, burro di karitè, olio di oliva, tutte materie prime che vanno ad agire in sinergia con il latte d’asina. In questa stagione io consiglio soprattutto la crema mani (in foto ndr), che si utilizza moltissimo nel periodo invernale, ma anche il burrocacao oppure lo shampoo. Quest’ultimo ad esempio può essere utile per chi vive in città, contro l’effetto dello smog e delle polveri sottili, perché è un riequilibrante delle fibre del capello».

Non bisogna però aspettare che ci sia un danno sulla nostra pelle per utilizzare i cosmetici a base di latte d’asina, l’ideale è adoperarli anche a scopo preventivo: «La prevenzione è la prima cosa, è importantissima: se uno si abitua, dovendo scegliere un prodotto cosmetico, a utilizzare quelli a base di latte d’asina, pur non avendo problemi di pelle, non fa altro che allontanare il pericolo. In questo modo la pelle può rimanere a lungo in salute».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *