Latte d’asina: elisir di bellezza fin dall’antichità

Svariate testimonianze storiche raccontano di bagni e abluzioni nel latte d’asina da parte di icone di bellezza femminile: da Cleopatra a Poppea, fino a Paolina Bonaparte. I nostri antenati la sapevano lunga, non c’è che dire: pur senza le prove condotte in laboratorio si era capito empiricamente che il latte d’asina aveva proprietà straordinarie per la pelle.

Gli asini sono animali molto intelligenti e affettuosi, esattamente il contrario di quanto recita il luogo comune. La mungitura delle asine produce circa un litro di latte per capo ogni volta. La mungitura a mano, praticata dai piccoli allevatori artigianali è più sana: la carica batterica del latte munto a mano è molto minore di quello ottenuto con i macchinari. Un latte più puro, non contaminato, mantiene tutte le sue prerogative e risulta un prodotto migliore sia nell’impiego alimentare che in quello cosmetico.
Continua a leggere

Scarpe artigianali: camminare avendo cura dei piedi

Se la salute delle piante parte dalle radici, analogamente possiamo dire che avere piedi in buona salute è un ottimo punto di partenza per il benessere generale dell’organismo umano.

Lontani (per fortuna!) i tempi in cui si andava in giro scalzi, l’uomo usa calzature da quasi seimila anni. Il ritrovamento più antico di quella che possiamo definire “scarpa” è avvenuto in Armenia e secondo i paleoantropologi è un calzare da donna risalente al quinto millennio avanti Cristo, ma pitture rupestri vecchie di 15mila anni già ritraggono figure umane con i piedi “calzati”. Presso tutte le più antiche grandi civiltà la calzatura ha avuto un ruolo importante anche per definire il rango sociale di appartenenza.
Continua a leggere

Il potere balsamico del legno di pino cembro

pino cembro

Raggiunge l’età di mille anni ed è in grado di resistere a temperature fino a 50° sotto zero: il pino cembro (o cirmolo che dir si voglia) è un vero campione di longevità e duttilità.

In Italia cresce soprattutto sulle montagne altoatesine, fino a quasi duemila metri di quota, ma lo si può trovare anche sulle Alpi occidentali, nel cuneese e in Val d’Aosta. Non è un gigante, infatti raramente raggiunge i venticinque metri di altezza. Non è neanche un campione di bellezza: il fusto è sottile e l’abbondante ramificazione non presenta intervalli regolari. Il tesoro del cirmolo è custodito nel suo legno.
Continua a leggere

Ogni periodo dell’anno ha frutta e verdura di stagione

frutta e verdura di stagione

Mangiare tanti vegetali, si sa, fa bene da tutti i punti di vista: sono ricchi d’acqua, di vitamine, antiossidanti e sali minerali, sono cibi dietetici per eccellenza e mettono d’accordo tutti, sia dal punto di vista etico che da quello nutrizionale.

Mangiare frutta e verdura però, pur rappresentando un’abitudine alimentare virtuosa, non rappresenta di per sé l’eccellenza assoluta nel vasto campo dell’assunzione di cibo: il top autentico è infatti la scelta di frutta e verdura di stagione!
Continua a leggere

Cinture in pelle: segno distintivo made in Italy

cintura in pelle

La cintura è un accessorio di abbigliamento tra i più antichi: se ne osservano infatti tracce archeologiche risalenti alla preistoria. Usata per stabilire i gradi militari presso tante antiche popolazioni, nel corso della storia ha sempre più affiancato alla sua funzione di “reggi braghe” anche un valore estetico, che oggi più che mai è richiesto da chi si accinge a comprarne una.

Le cinture in pelle made in Italy sono, al pari delle scarpe, uno dei fiori all’occhiello della produzione artigianale di alcuni specifici e importanti distretti manifatturieri, in particolare quello marchigiano e quello toscano. I due “regni” della pelletteria nostrana sfornano ogni anno centinaia di migliaia di pezzi, che si pongono sul gradino più alto del mercato, grazie ai materiali e alla tecnica raffinata con cui sono confezionate.
Continua a leggere

Le zucche decorate arredano la casa “naturalmente”

zucca-decorata-1

L’arancio e’ il colore dell’autunno e della zucca! Eccellente e versatile ortaggio che viene impiegato in cucina per gustose ricette sia salate che dolci. Si dice che la zucca abbia affrontato un lungo viaggio insieme alla patata, il peperone e il pomodoro dall’America a noi grazie a Cristoforo Colombo che scoprì con il suo itinerario il nuovo mondo e le sue nuove ricchezze.
Continua a leggere

Scegliere la pentola nel materiale giusto per cucinare il proprio piatto

pentola

Ogni pietanza, nella miriade di possibilità che ci regala la cucina italiana, ha le sue prerogative uniche, come le posate con cui si mangia, il piatto in cui va presentata, il vino che meglio l’accompagna. Ma prima di gustarlo, un piatto, va cucinato!

Anche la scelta della pentola è decisiva, per la buona riuscita di un’operazione culinaria: vediamo insieme come utilizzare nella maniera più efficace le pentole fatte nei principali materiali utilizzati dagli artigiani pentolai.

Cosa cucinare nella pentola di alluminio

Le pentole di alluminio hanno il grande vantaggio di essere molto leggere e quindi maneggevoli, facilmente stoccabili anche in armadietti alti delle cucine. Continua a leggere