Tè allo zenzero, depurativo e digestivo: tutte le proprietà

Lo zenzero o ginger è il rizoma ricavato dallo Zingiber officinale, pianta erbacea perenne originaria dell’Asia usata da millenni come spezia, dalle diverse e note proprietà benefiche. Lo zenzero emana un profumo canforato, fresco e aromatico, il sapore è pungente e intenso, per una spezia molto usata in cucina per arricchire e condire piatti e pietanze più o meno sofisticate.

Proprietà dello zenzero o ginger 

Il rizoma dello ginger viene usato anche per fare alcolici e tra le sue proprietà ricordiamo quelle di favorire la digestione, di essere un ottimo antisettico, antinfiammatorio e antiossidante naturale. Lo zenzero ha anche proprietà drenanti e antidolorifiche oltre a essere un valido aiuto nei casi di inappetenza, meteorismo, gastrite, flatulenza e gonfiore intestinale.  Continua a leggere

Come aprire un laboratorio artigianale?

Come aprire un’attività artigianale? Quali sono i passaggi da compiere per trasformare quella che può essere la propria passione in un mestiere? Aprire un laboratorio con annesso negozio artigianale richiede un iter abbastanza lungo.

Aprire un’attività artigianale: piano di business e iter burocratico

In linea di massima i passi e gli adempimenti necessari sono: realizzare un business plan, ottenere l’autorizzazione sanitaria dall’Asp competente (ove richiesta), aprire una partita Iva, iscriversi alla Camera di commercio e registrarsi all’Albo delle Imprese Artigiane. Continua a leggere

Prodotti artigianali per difendere la pelle dei bambini in estate

Proteggere le pelle dei più piccoli dagli effetti indesiderati dell’esposizione solare è molto importante, specie in estate al mare. Contro i raggi ultravioletti serve una crema solare ad altissima protezione (50+) ma c’è tutta una serie di prodotti estate bimbi per prendersi cura della loro pelle.

In questo periodo dell’anno la cute ha bisogno di essere maggiormente idratata, inoltre ci si lava più spesso, capita di frequente che si facciano più docce al giorno. Ecco perché è importante scegliere prodotti naturali, bio e certificati che rispettino il pH (o+) della pelle delicata dei più piccoli.  Continua a leggere

Dormire bene: cibi che aiutano a conciliare il sonno

Dormire bene è importantissimo per recuperare le energie e affrontare al meglio la giornata. Non sempre si va a letto del tutto sereni sereni e se il periodo lo richiede, oltre a rimedi naturali per dormire meglio, possiamo approfittare di alcuni alimenti pro sonno che in virtù delle loro proprietà conciliano il riposo.

Alimenti pro sonno per dormire meglio: dalle ciliegie alle noci

Ciliegia: le ciliegie, e in particolare il succo di ciliegia, secondo una ricerca della Louisiana State University aiuta a dormire meglio. L’esperimento ha riguardato diversi adulti insonni ai quali sono stati somministrati 250 grammi di succo di ciliegia due volte al giorno per due settimane. Continua a leggere

Mulino a pietra: dopo millenni è ancora garanzia di farine genuine

Il mulino a pietra è uno dei mezzi più antichi usati per la macinazione dei cereali, quindi per la produzione di pane, pasta e altri prodotti da forno. Il suo antenato è il mortaio in pietra con pestelli di legno o altro materiale duro e rulli che venivano fatti rotolare su piccole macine.

Verso il 1000 a.C., in Grecia, vennero introdotte nelle macine due blocchi di pietra, quello sottostante fisso e quello superiore mobile, in modo da schiacciare il grano che veniva posto in mezzo grazie al lavoro e alla forza di uomini e animali. Successivamente le macine cominciarono a usare diversi tipi di ruote idrauliche, per poi arrivare ai mulini a vento: una ruota a pale veniva azionata dal vento e faceva muovere le macine attraverso ruote dentate.   Continua a leggere

Xylella fastidiosa, la diagnosi precoce arriva dal cielo

Da quando ha fatto la sua comparsa per la prima volta nel 2013 la Xylella fastidiosa, pericolosissimo batterio patogeno che colpisce circa 350 specie di piante ma soprattutto gli ulivi(quelli pugliesi nel nostro Paese ma anche quelli sparsi in tutto il Mediterraneo), ci si interroga in tutta Europa sulle possibili strategie da mettere in campo.

Adottabili non solo per fermare il contagio ma anche e soprattutto per curare gli alberi che sono già stati colpiti dall’infezione: al momento infatti non esistono cure contro le patologie legate alla xylella, che ha fatto una vera e propria strage di ulivi soprattutto in Salento, provocando enormi danni anche economici. Continua a leggere

Capelli forti con il coriandolo

Come rinforzare i capelli in modo naturale? Come ridare vitalità e consistenza a chiome in sofferenza, fragili e sfibrate? Il coriandolo o prezzemolo cinese rappresenta un valido rimedio per rafforzare il capello e possiede anche altre qualità per la cura del corpo. Naturalmente ricco di acidi grassi Omega-3 e 6 (i cosiddetti grassi buoni), proteine, flavonoidi , fibre alimentari e sodio, del coriandolo si usa a scopo cosmetico l’olio ricavato dalla spremitura dei suoi semi. Si tratta di un olio dall’aroma speziato, con note di frutta secca, di arancio e nocciola che oltre a essere gradevole all’olfatto fa bene alla salute dei capelli.

La pianta del coriandolo 

La pianta del Coriandrum sativum è un’erba aromatica tra le più antiche conosciute, le cui virtù erano note già agli antiche egizi. Anche i romani la usavano sia come erba medicinale che come aroma di cucina. Le foglie fresche e i  semi essiccati sono altra cosa dal coriandolo fresco, il cui odore e sapore polarizza le opinioni come poche altre erbe aromatiche: fresco e fragrante secondo chi lo apprezza, che sa di terra o peggio di muffa secolo chi non lo ama. Ma concentriamoci ora sulle capacità di rinforzare i capelli e sulle altre proprietà del coriandolo per la cura del corpo. Continua a leggere

Chi è l’imprenditore artigiano e quali sono le attività artigianali?

artigiani e pensione 2018

Chi è l’imprenditore artigiano e quali sono le categorie artigiane definite dalla legge? Cioè, quali sono i requisiti che gli imprenditori artigiani devono avere e quali attività possono essere classificate come artigianali?

L’imprenditore artigiano (secondo la disciplina contenuta nelle Leggi n. 463-1959, n. 443-1985, n. 133-1997 e n. 57-2001) è chi svolge un’attività di produzione di beni anche semilavorati o di prestazione di servizi, fatta eccezione per le attività agricole, commerciali e di intermediazione nella circolazione di beni o ausiliarie di queste ultime salvo i casi in cui siano soltanto strumentali e accessorie all’esercizio dell’impresa. Continua a leggere

Crema piedi, quale scegliere e come applicarla

La crema piedi ha un’importanza fondamentale quando si parla di pedicure. Eppure è uno dei prodotti cosmetici troppo spesso trascurati, tranne nel periodo estivo, quando sandali e infradito ci ricordano che è arrivato il momento di sistemare i talloni screpolati e dare un’aspetto decoroso alle unghie. E dire che i piedi sono la parte del corpo che ci sostengono, ci permettono di camminare e di sfoggiare meravigliose scarpe. Dovrebbero ricoprire un ruolo d’onore e invece vengono costretti tutto il giorno in calzature senza vedere via di uscita. La crema piedi è la coccola quotidiana da dedicare a piedi affaticati e stanchi: dà  sollievo a piedi e caviglie gonfie, idrata una pelle sottoposta a pressioni e sfregamenti, rinfresca l’epidermide tenuta per molte ore coperta senza respirare. Continua a leggere

Semi di sesamo: grandi amici del cuore!

Il sesamo è una pianta erbacea (Sesamum indicu L.) originaria dell’India e dell’Africa appartenente alla famiglia delle Pedaliacee. I semi di sesamo sono largamente usati nell’alimentazione umana per insaporire vari piatti. Tra i maggiori produttori globali ci sono la Cina, l’India e la Birmania.

Valori nutrizionali dei semi di sesamo e proprietà 

I semi di sesamo sono molto energizzanti e calorici (circa 600 Kcal ogni 100 grammi) ma ne bastano davvero pochi per dare gusto a una pietanza. Ricchi di minerali, contengono antiossidanti, proteine vegetali e carboidrati. Grazie ai loro nutrienti e principi attivi sono in grado di aiutare contro l’osteoporosi e le malattie cardiocircolatorie, ma non solo. Continua a leggere