Arance italiane, un aiuto dal Ministero delle Politiche Agricole

Non c’è simbolo più rappresentativo del nostro Paese: parliamo delle arance, insieme ai limoni emblema della mediterraneità riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Già perché l’ltalia ogni anno ne produce più di 3 milioni di tonnellate (siamo al secondo posto tra i produttori europei dopo la Spagna), divise tra numerose varietà come Tarocco, SanguinelloMoro, Washington Navel e la più coltivata, la Navelina. 

Ogni anno a testa ne mangiamo circa 15 kg, sia sotto forma di frutto fresco che di spremuta, anche perché le virtù di questo agrume, che è di stagione nel periodo autunnale e invernale, sono note da sempre: non a caso, grazie al loro alto contenuto di vitamine e sali minerali, Coldiretti consiglia le arance nella sua dieta per prevenire l’influenza stagionale (o almeno, provarci) .

Purtroppo però il settore agrumicolo italiano non naviga in acque tranquille.

Continua a leggere

Ogni oggetto artigianale ha il suo giusto prezzo

Il prezzo è a tutti i livelli l’elemento decisivo di un acquisto. La produzione artigianale insegna che l’equazione “prezzo basso uguale ad affare” è profondamente sbagliata. Quello che un consumatore deve imparare a cercare non è il prezzo più basso, ma quello più conveniente, quello che raffrontato alla qualità esprime il rapporto migliore: in un’espressione il giusto prezzo.

Si tratta di uno sforzo intellettivo, che purtroppo la filosofia dominante nel commercio di oggi rende molto difficile, quando siamo di fronte a un oggetto da comprare. La pubblicità è quasi sempre improntata al risparmio, allo sconto favoloso, ai saldi permanenti. Al di là che operazioni di questo tipo certe volte sono addirittura illegali, è evidente che dietro un prezzo sempre stracciato si cela o un deficit qualitativo o lo sfruttamento dei lavoratori. Continua a leggere

Microimprenditoria giovanile: largo all’artigiano!

imprenditoria giovanile

Italia paese di santi, poeti, navigatori, sognatori… micro, piccole e medie imprese! Un radicato tessuto economico-produttivo che, si dice spesso, rappresenta la parte più vitale e dinamica dello Stivale.

Realtà che spesso con poche risorse e mezzi – ma con tanta passione, competenza, qualità e professionalità – mettono sul mercato beni che non vogliono e non possono competere con quelli della grande produzione industriale ma che piuttosto vogliono esserne l’alternativa: prodotti di nicchia, ricercati e di qualità, eccellenze settoriali garantite e certificate per materie prime impiegate e tecniche di lavorazione.

Continua a leggere

Artigianato: spina dorsale dell’economia italiana

L’anima dell’Italia è artigiana. È sufficiente dare uno sguardo ad alcuni dati per comprendere il “peso specifico” del comparto, che assurge al rango di dorsale economica.

È ormai chiaro a tutti che il nostro Paese regga sul lavoro svolto dalle micro imprese, il 94,8% delle aziende totali. Piccolo è bello, insomma: queste piccole realtà sono costituite da meno di 10 dipendenti, con fatturato o totale di bilancio non superiore a 2 milioni di euro. Continua a leggere

Cashmere, come scegliere un prodotto di qualità

cashmere

Che il cashmere sia uno dei tessuti più amati è, ormai, una certezza. La morbidezza, il calore e il confort che garantiscono gli indumenti realizzati con questa lana pregiata non hanno eguali.

L’Italia è uno dei Paesi più legati alla trasformazione della fibra tessile, che viene ricavata dal pelo della capra hircus in alcune aree dell’Asia.

Nella regione più dedita alla lavorazione, la Toscana, numerose micro imprese si sono specializzate nella selezione dei migliori filati. Basti pensare all’area del pratese.

Continua a leggere

Scarpe, le tradizioni artigianali che spiccano il volo

Alcuni dei più recenti dati sull’artigianato raccontano di un settore in crisi, di imprese che chiudono la propria attività a causa della difficile congiuntura economica. Eppure sono sempre più numerosi, in Italia, gli esempi di resilienza nel mondo delle micro imprese artigianali. Nel settore calzaturiero, per esempio, alcune realtà hanno rilanciato la propria produzione sviluppando sul web il proprio prodotto: grazie all’utilizzo dell’e-commerce continuano, oggi, a promuovere la qualità del made in Italy nel mondo e iniziano ad aprirsi a nuovo mercati. È il caso di tre grandi tradizioni nazionali legate alla calzatura e alla calza, che hanno intrapreso una fase di crescita proiettandosi nel mercato europeo con Artimondo, la rete della qualità che si propone con piattaforme web in Italia, Germania, UK, Francia e Spagna con oltre 600 imprese artigianali.

Continua a leggere

Cinture in pelle: segno distintivo made in Italy

cintura in pelle

La cintura è un accessorio di abbigliamento tra i più antichi: se ne osservano infatti tracce archeologiche risalenti alla preistoria. Usata per stabilire i gradi militari presso tante antiche popolazioni, nel corso della storia ha sempre più affiancato alla sua funzione di “reggi braghe” anche un valore estetico, che oggi più che mai è richiesto da chi si accinge a comprarne una.

Le cinture in pelle made in Italy sono, al pari delle scarpe, uno dei fiori all’occhiello della produzione artigianale di alcuni specifici e importanti distretti manifatturieri, in particolare quello marchigiano e quello toscano. I due “regni” della pelletteria nostrana sfornano ogni anno centinaia di migliaia di pezzi, che si pongono sul gradino più alto del mercato, grazie ai materiali e alla tecnica raffinata con cui sono confezionate.
Continua a leggere

Scarpe artigianali? Il prezzo è giusto!

Scarpe artigianali

La scarpa è, da sempre, uno degli accessori più amati dagli italiani.

Il mercato ne offre un’immensa varietà di modelli e costi. Un’eterogeneità che spesso trae in inganno il consumatore.

In che modo è, dunque, possibile individuare, come per altri articoli, un prodotto di qualità a un prezzo adeguato?

Lo abbiamo chiesto a Gigi Perinello, titolare di Ragioniamo con i Piedi, un’azienda di Mantova che collabora con alcune piccole manifatture locali per produrre scarpe con pellami conciati naturalmente, interamente targate made in Italy.

Continua a leggere