Scrub naturali per una pelle di seta e luminosa

Dopo l’inverno la pelle ha bisogno di risvegliarsi e rinnovarsi, esattamente come la natura. Nella stagione fredda dell’anno, l’epidermide deve sopportare intemperie, smog ad alte concentrazioni, la carenza del sole e la costrizione in ambienti chiusi. Il che si traduce in colorito spento e poca ossigenazione dei tessuti, disidratazione e rughe d’espressione ancora più evidenti. Il rimedio si chiama scrub, un’esfoliazione degli strati superficiali della pelle per eliminare impurità e cellule morte.

Un gesto che dovrebbe accompagnare la beauty routine di ogni donna anche nei mesi invernali e che dovrebbe essere fatta con ancora più costanza nelle settimane che precedono la primavera. Lo scrub è raccomandato una volta a settimana, meglio se seguito dall’applicazione di una maschera nutriente e idratante specifica per il viso. I modi per fare un’esfoliazione efficace e corretta sono due: fai da te con prodotti reperibili in qualsiasi dispensa o acquistando cosmetici già pronti all’uso a base di estratti vegetali.

Nel primo caso, i modi per fare il proprio scrub in casa sono moltissimi: come elemento esfoliante si può usare lo zucchero (bianco o di canna), il fondo di caffè, il sale iodato o il bicarbonato di sodio. Dipende dal tipo di pelle e dal risultato che si vuole ottenere: ad esempio, le pelli più sensibili troveranno più adatto lo zucchero, mentre per uno scrub profondo si può usare il sale. In accompagnamento all’ingrediente esfolinate si possono aggiungere olio di oliva o miele per un’intensa nutrizione, dello yogurt bianco o del cetriolo per le pelli grasse o miste, dell’olio di argan o di mandorle dolci per ridurre i segni di espressione e per un effetto anti-age.

La miscela ottenuta, o quella del cosmetico acquistato, va distribuita uniformemente su tutto il viso, il collo e il décolleté, insistendo sulle zone più critiche: fronte, mento e naso, sopracciglia e contorni del viso, fino all’attaccatura dei capelli. Il massaggio deve essere deciso ma pur sempre delicato, e deve durare qualche minuto. A questo punto si può procedere con il risciacquo e tamponare il viso con un panno in tessuto naturale, come lino o cotone. Lo scrub può essere fatto anche sulle labbra e sulla parte superiore delle palpebre, purché si faccia un massaggio leggero e si utilizzino ingredienti delicati, come lo zucchero bianco, il miele e l’olio extra vergine d’oliva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *