Il trucco per calcolare facilmente le calorie di un piatto

Come si fa il calcolo delle calorie degli alimenti? Come calcolare l’apporto calorico di un cibo/piatto senza calorimetri, altri strumenti o app ad hoc? Come facciamo insomma a sapere quante calorie stiamo ingurgitando mangiando una determinata pietanza?

Le calorie (Cal) esprimono il valore energetico degli alimenti. In primo luogo dobbiamo considerare il fatto che i tre nutrienti principali degli alimenti sono dati dai grassi o lipidi, dalle proteine e dai carboidrati che insieme forniscono l’apporto calorico totale del cibo.

Il calcolo delle calorie degli alimenti

Se per frutta e verdura in generale il problema non esiste, sono ipocaloriche e possiamo fare a meno di preoccuparci delle calorie, per gli altri alimenti  dobbiamo sapere che un grammo di lipidi fornisce circa 9,4 calorie, un grammo di carboidrati o di proteine quasi 4 calorie.

I grassi di origine animale, come burro e strutto sono molto calorici così sono sono a elevato contenuto di calorie i formaggi e la frutta secca (considerate le dimensioni). Tra i cibi meno calorici com’è noto abbiamo invece il pesce.

Anche la modalità di cottura dei cibi influisce: gli alimenti fritti sono ricchi di grassi e calorie come ad esempio le patatine fritte che sarebbe meglio evitare specie quando si è sicuri che l’olio usato è di scarsa qualità.

Detto questo, per calcolare l’apporto calorico-nutrizionale di un determinato alimento dovremmo, tabelle nutrizionali alla mano, moltiplicare la quantità di grassi, proteine e carboidrati, considerando la parte edibile cioè commestibile di un alimento.

Dei carciofi non si mangia tutto (100 grammi di prodotto una volta puliti si ridurranno quasi alla metà) mentre per molti alimenti di origine vegetale si deve togliere la buccia: moltiplicando il pesodella parte edibile dell’alimento in grammi per le calorie dell’alimento otterremo il valore calorico.

Se non abbiamo la bilancia per pesare, possiamo sfruttare, cucchiai, cucchiaini, tazzine e bicchiere come unità di misura pratiche: per fare un esempio un cucchiaio di olio contiene 10 grammi di prodotto per 90 calorie, un bicchiere di plastica circa 100 ml di olio, cioè quasi 92 grammi.

Calcolo delle calorie con il calorimetro

Il calorimetro permette di calcolare la quantità di calore che si sviluppa durante un processo chimico o fisico. Tra i diversi tipi di calorimetro alcuni misurano di quanto si alza la temperatura di un dato liquido, solitamente acqua, mente altri misurano la corrente elettrica che la combustione provoca in una termocoppia fatta di due metalli particolari in cui si crea una corrente quando uno di essi viene riscaldato.

L’energia dedotta però è immagazzinata in molecole di ATP, cioè di adenosina trifosfato, con gran parte dell’energia che si perde sotto forma di calore entro quella utilizzata è pari al 40% circa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *